La Rete degli Studenti Medi è l’insieme delle associazioni di studenti delle scuole superiori attive in ogni città. La nostra associazione non fa riferimento ad alcun partito ed è indipendente da organi istituzionali. Ci poniamo nell’interesse di ogni studente difendendone i diritti, al fine di renderlo cosciente delle proprie potenzialità. Possono aderire all’associazione tutti gli studenti indipendentemente dalla loro nazionalità, religione, opinione politica, condizione sociale, orientamento sessuale. Anche associazioni, gruppi e collettivi studenteschi possono aderire alla Rete sulla base della condivisione dei principi elencati nel nostro Statuto. La Rete collabora con l’OBESSU, l’organizzazione europea che riunisce tutte le principali associazioni studentesche europee.

Cosa facciamo e cosa vogliamo

La Rete degli Studenti Medi si batte per veder riconosciuti i diritti sanciti dallo statuto degli studenti e delle studentesse e promuovere quelli non ancora riconosciuti. Vogliamo una scuola democratica dove gli studenti siano rappresentati in organi collegiali paritetici, cioè dove il numero di insegnanti e il numero di studenti sia uguale. Vogliamo anche più poteri per il comitato studentesco. Pretendiamo che la scuola pubblica sia realmente un diritto gratuito e quindi alla portata di tutti, istituendo un sistema di diritto allo studio che smonti le barriere economiche e permetta a tutti l’accesso al sapere e alla formazione. Chiediamo una scuola che sappia accogliere le richieste e le domande degli studenti e che non sia basata sul profitto, una didattica in cui siano rispettate le inclinazioni, le aspettative e le capacità di tutti, dove le lezioni non siano più mero passaggio di nozioni da chi sta al di là a chi sta al di qua della cattedra, ma chi siano il frutto di un lavoro comune. Vogliamo il rispetto del D.P.R. 567 (consente apertura pomeridiana delle scuole per attività extra curricolari) e quindi una scuola che sia sempre aperta e che rappresenti il polo culturale della città con la presenza di mostre, cineforum, attività teatrali. Vogliamo delle scuole attrezzate e con strutture a norma e non fatiscenti come spesso accade. Siamo contrari ai buoni scuola regionali e ai finanziamenti alle scuole private che danno soldi a pochi ignorando la moltitudine di studenti che frequentano la scuola pubblica.

La Rete degli Studenti Medi ha una lunga esperienza in vertenze di difesa dello Statuto degli Studenti e delle Studentesse e tutela sindacale, per questo offriamo assistenza legale gratuita e un consiglio sempre utile. Sono presenti sportelli sindacali di ascolto il cui scopo è quello di dare aiuto reciproco di studenti per studenti e che hanno contribuito a risolvere (e vincere) molte battaglie nelle più svariate situazioni.

uducolor

UDU – UNIONE DEGLI UNIVERSITARI

 

L’UDU (Unione degli Universitari) è il più grande sindacato studentesco universitario italiano: nato nel 1994 per unire le moltissime realtà locali già operanti nelle singole università, è presente ormai da molti anni nella maggior parte degli atenei del Paese.

Fornisce diversi servizi agli studenti universitari per migliorare la vivibilità della popolazione studentesca e la sua quotidianità in relazione all’ateneo. Si relaziona con il corpo docente e con il personale tecnico e amministrativo che opera nell’università attraverso la rappresentanza studentesca negli organi istituzionali, il Senato Accademico, il Consiglio di Amministrazione, l’Ente regionale per il diritto allo studio, i Consigli di Scuola, di Dipartimento e di Corso di Laurea.
I valori fondanti dell’UDU sono la libertà di pensiero, espressione ed associazione nell’università; libertà da ogni forma di discriminazione sessuale, razziale, religiosa o economica; uguaglianza delle possibilità come criterio fondante sia della propria organizzazione sia del proprio agire; trasparenza e condivisione nelle procedure di funzionamento; il sostegno allo sviluppo libero, democratico, trasparente del sapere nell’università; per una università in cui la didattica e la ricerca siano una cosa sola; per una didattica, un sapere e una ricerca capaci di custodire e coltivare il patrimonio culturale del singolo, della comunità e dell’umanità; per una didattica professionalizzante e di qualità nell’università; per un sapere capace di governare i processi economici senza esserne sottoposto; per una università intesa come luogo di studio e di promozione della persona e della cittadinanza; per un sapere aperto a chiunque desideri e meriti intraprendere la strada della dedizione allo studio a prescindere da ogni condizionamento economico.
Fra gli scopi promossi dall’UDU vi è il sostegno alle forme di condivisione di esperienze esistenziali, sociali, sindacali, politiche e culturali per i giovani e la promozione di incontri ed iniziative che affrontino il problema dell’individualismo presenti nelle società odierne; la promozione della cultura della rappresentanza sociale e dell’associazionismo democratico; lo sviluppo di servizi primari agli studenti e di consulenza fiscale, finanziaria e legale; il lancio di campagne di informazione all’interno dell’università relative ai processi legislativi e politici di interesse, del mondo del lavoro, della ricerca, dell’università, delle professioni, della sostenibilità ambientale; l’elaborazione di vertenze locali e nazionali con cui provocare una mobilitazione e risveglio della protagonismo degli studenti.