Con lo scopo di garantire la reale efficacia delle norme previste in materia di diritto allo studio, è necessario che venga creato e opportunamente finanziato un organo di garanzia regionale che ne verifichi il rispetto. Tale organo deve prevedere che al suo interno siano presenti le componenti studentesche in misura paritetica con le altri componenti. Parti essenziali di tale organo devono poi essere gli Assessori, Provinciali e Regionali, competenti, le rappresentanze dei singoli territori, i sindacati dei docenti, le associazioni di studenti medi e universitari e dei genitori.

Riteniamo assolutamente fondamentale l’istituzione di un tale organo che si riunisce periodicamente ed è pubblico e trasparente perché non possiamo permetterci che la legge regionale sul diritto allo studio possa essere non rispettata o sotto finanziata. Tornare a investire sui giovani e sugli studenti deve tornare ad essere una priorità per la nostra Regione, e senza un organo di garanzia regionale che ne verifichi l’operato potrebbe venire fatto tanto lavoro per nulla.